invert-default-slider-image

COMUNICATO STAMPA “Viaggio nella laguna”

Home »  Notizie »  COMUNICATO STAMPA “Viaggio nella laguna”

On maggio 26, 2017, Posted by , In Notizie, With No Comments

DIPINTI DI
TONI FONTANELLA
CHIESA DELLE CAPPUCCINE BURANO
dal 28 maggio al 25 giugno 2017

Dopo la prestigiosa mostra “Settepittori-Settemondi + 1” dedicata agli artisti protagonisti del Premio Burano, l’Associazione Paolo Rizzi in collaborazione con l’amministrazione del Comune e Municipalità di Venezia, intende proseguire nell’omaggio agli artisti veneziani che hanno legato intensamente la loro attività alla narrazione del magico mondo di Burano e della Laguna Veneziana.
”Viaggio nella Laguna” dipinti di Toni Fontanella (1915- 2014)
Inaugurazione: domenica 28 maggio alle ore 11.00 – chiesa delle Cappuccine – BURANO.
la mostra con ingresso libero, sarà aperta tutti i giorni dalle ore 11.00 alle 17.00.
Oltre 40 dipinti, molti inediti, selezionati per ricordare e rendere omaggio a Toni Fontanella, pittore che alla laguna ha dedicato la maggior parte delle sue opere.
Toni Fontanella nasce a Venezia il 12 ottobre 1915 dove studia grafica e pittura all’Istituto d’Arte della stessa città. Nel 1935 consegue il Magistero d’Arte. Partecipa alle Mostre dell’Opera Bevilacqua La Masa nel 1937 e 1961. I primi riconoscimenti nei concorsi di pittura lo spingono a ritagliare sempre maggiore tempo per la pittura e dalla fine degli anni ’60 le uscite dallo studio diventano sistematiche, destinazione i diversi angoli della laguna, tema ricorrente nei suoi dipinti.
La modestia e il carattere schivo tuttavia lo trattengono dall’esibire i suoi lavori oltre gli ambiti regionali, modestia riconoscibile nella sua “filosofia” espressa nel 1971: “a me basta raccontare come meglio riesco la bellezza della laguna e dei suoi borghi di pescatori nei silenti momenti del giorno e coglierne spazio, luce e colore”.
Nel 1971 ottiene il 1° premio al Piccolo Premio Burano e al concorso dell’isola ritornerà altre quattordici volte con numerosi riconoscimenti.
Associazione Culturale Paolo Rizzi – segreteria.associazione@paolorizzi.it – rinadalcanton@gmail.com –
www.paolorizzi.it – tel. +39 3334283849 – www.facebook.com/PremioGiornalisticoPaoloRizzi –
Palazzo Ca’ Sagredo, Campo Santa Sofia 4198/99 – 30121 Venezia
Nel corso della sua carriera numerosi i premi e riconoscimenti a Concorsi e Rassegne Nazionali,
ultimi l“Omaggio alla carriera” nel 2005 a Mestre e la targa speciale alle Colonete a Venezia nel
2013.
Di lui scrive Paolo Rizzi…
“La tradizione vedutistica lagunare è sempre viva, magari con le varianti guidiane, le opere di Toni
Fontanella lo confermano, l’impostazione classica, con larghi spazi di acque e di cielo giocati sui grigi perlacei e sui più delicati azzurini, entro si staglia il paesaggio tipico dell’estuario con taluni cattivanti contrappunti sui verdi oliva, sui violetti e sui rossi spenti. Il “ clima “ lagunare, in sostanza, è reso puntualmente nella sua assorta semplicità… (giugno 1971).
Nei 40 dipinti selezionati per questa esposizione, si vedono le case, le barche ma non si vedono le
persone, si scorgono le barene, le cavane, i canneti, il mondo di Toni Fontanella è quello delle isole e delle barene lagunari, vissuto in solitarie peregrinazioni e rappresentate sulle tele per lunghi anni, luoghi del silenzio e della solitudine. Ma esso è anche quello delle tante mostre partecipate nel Veneto e dei “cenacoli” frequentati con gli artisti mestrini, luoghi questi dell’incontro e della discussione tra amici pittori e critici, tra pittori e pittori.
“Ogni qualvolta mi accingo a presentare qualche mia opera mi chiedo se ancora oggi, nel succedersi di sempre nuove forme artistiche, si possa considerare valida una tematica che intende estrinsecare poetiche suggestioni di vasti cieli puliti e lunghe distese d’acqua…” Toni si spegne alla soglia dei 99 anni nel 2014.
Nel 2015, i cento anni dalla nascita sono celebrati al Centro Culturale Candiani di Mestre con una ricca, documentata ed apprezzata esposizione dei lavori di una vita, “Paesaggi dell’assoluto”.
A Burano ora ritorna nel silenzio della Chiesetta delle Cappuccine, ritorna con le sue lagune e le sue cavane, le opere scelte per la mostra dal figlio Luca, custodite con l’amore che un figlio ha verso il Padre, un doveroso omaggio al pittore e al Papà, che ha saputo trasportare la luce della laguna piena di tanta emozione, da trasmettere ai tanti visitatori che arriveranno nell’isola di Burano.

Rina Dal Canton
Presidente ass. Culturale Paolo Rizzi

Scarica il comunicato

Comments are closed.